Pedalare di inverno | Bycly

Astuzie e consigli

E’ ancora convinzione di molti che l’uso della bicicletta sia confinato alla bella stagione, quando le giornate si allungano e i caldi raggi del sole abbracciano generosamente la nostra penisola. Ma perché rinunciare ai vantaggi e al piacere della bici per sei mesi all’anno quando con pochi e semplici accorgimenti potremmo attraversare l’inverno in sella?

Non copritevi troppo

Vi potrà sembrare assurdo, ma in sella, si sta più al caldo. Evitate quindi di imbacuccarvi come se doveste partire per un’esplorazione artica. Dopo poche pedalate infatti il vostro corpo comincerà a sviluppare calore e, specie se i vostri abiti sono poco traspiranti, a farvi sudare. Ed è proprio il sudore che, raffreddandosi, è responsabile, specie ripartendo dopo brevi soste, della sgradevole sensazione di freddo. Allora vestitevi normalmente come se steste uscendo per una passeggiata e pensate piuttosto a proteggere le estremità (mani, piedi, capo) che si raffreddano più rapidamente e le parti sensibili come la gola.

Premunitevi contro la pioggia

Ben più temibile del freddo, la pioggia non è tuttavia un avversario imbattibile. Prendete l’abitudine di avere sempre con voi in borsa o nello zaino un poncho e un paio di copriscarpe. Se vi piace spingere sui pedali e trovate che il poncho vi renda troppo goffi, potete optare per una giacchetta impermeabile (a meno che il vostro giubbotto o giaccone invernale già non lo sia) e per dei copripantaloni impermeabili (meglio se dotati di copriscarpe). Esistono kit impermeabili a pochi euro, ma anche  soluzioni eleganti e sofisticate come quelle proposte dal marchio italiano Tucano Urbano. Ultimo consiglio: un vecchio cappellino da baseball basta ad evitare che le gocce di pioggia vi finiscano negli occhi.

Non siate timidi, fatevi vedere 

In inverno non è raro uscire al mattino col buio e rientrare la sera…di nuovo col buio. Visto che in strada non siamo soli, il buon senso – oltre che il codice della strada – ci impone di renderci ben visibili, specie quando le condizioni meteo non sono ottimali. Se la vostra bici non ne è già dotata, procuratevi dei fari a led di buona qualità. Due parametri devono guidare la vostra scelta, in base al tipo di percorso che effettuate: autonomia e luminosità (spesso espressa in lumen). Se pedalate per brevi percorsi in aree urbane con una buona illuminazione pubblica, luci inferiori ai 100 lumen possono bastare a garantirvi di essere visti. Se invece percorrete strade extraurbane, poco illuminate o con fondo accidentato, preferite luci anteriori di potenza superiore ai 200 lumen, capaci cioè non soltanto di rendervi visibili, ma anche di illuminare il tratta di strada davanti a voi.

Prendetevi cura della vostra bici

Le condizioni invernali possono mettere alla prova la vostra bicicletta. Fango, umidità e residui di sale antigelo possono impedire il buon funzionamento dei freni a pattini. E’ quindi importante verificare che la pista frenante dei cerchi e i pattini stessi siano puliti e il più possibile asciutti. Quanto ai freni a disco, è bene spruzzarvi regolarmente dell’alcool isopropilico per evitare che vi si accumuli grasso o altre impurità che potrebbero contaminare le pastiglie. Anche la trasmissione (catena e cambi) patisce l’azione di umidità, sporcizia e del temibile sale antigelo. Tutte le parti vanno quindi pulite quasi quotidianamente e lubrificate con appositi prodotti specifici per clima invernale (o wet, umido in inglese). Se però la vostra bici monta trasmissione a cinghia e cambio integrati nel mozzo – come i modelli Bycly – non dovrete far altro che passare una pezzuola umida di tanto in tanto sulla cinghia.

E voi, quali astuzie utilizzate per pedalare 365 giorni all’anno? Avete ancora qualche dubbio o siamo riusciti a convincervi a percorrere in sella quel che resta di questo inverno 2019?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *