La bicicletta non è solo un mezzo di trasporto e di svago: è anche un potente medicinale, un antidepressivo naturale. Lo dice la scienza…ma noi già lo sapevamo!

Se pensate che la bicicletta sia solo un mezzo utile per spostarsi in città o per divertirsi nel fine settimana, non avete nemmeno idea di quanto stiate sottovalutando il suo potenziale. Le due ruote che riposano nella vostra cantina sono infatti più efficaci di un cocktail di integratori di vitamine per il risollevare il vostro umore, tonificare la vostra salute e farvi smaltire gli eccessi di stress della vita moderna. E non lo diciamo noi, lo scrive la Scienza!

Dispenser di endorfina a pedali

Un negoziante di bici di una grande città italiana si presenta spesso in pubblico dicendo: “Di mestiere, spaccio endorfina!”.  Come ogni forma di attività motoria, la bicicletta suscita la produzione di endorfine che sono un neurotrasmettitore molto potente i cui effetti sono simili a quelli della morfina o dell’oppio: rilassatezza, sensazione di benessere, calma. Proprio come le sostanze cui assomigliano, le endorfine possono provocare uno stato di dipendenza per cui si è sempre più portati a ricercare la sensazione di piacere che provocano. Un magnifico circolo vizioso in cui più si pedala, più si sta bene in sella, più si passa tempo in bici…più si sta bene! Ma tranquilli, non è necessario passare ore in sella (a meno che non lo vogliate): lo studio Does active commuting improve psychological wellbeing? Longitudinal evidence from eighteen waves of the British Household Panel Survey ha dimostrato che già poche uscite in bici bastano a migliorare l’umore.

Antidepressivo senza ricetta

Uno studio realizzato in Belgio su adulti in cura per stati d’ansia e depressione ha mostrato che la semplice scelta di cominciare ad andare al lavoro in bicicletta almeno tre volte a settimana ha permesso di ridurre in media l’assunzione di trattamenti e migliorare lo stato dei pazienti. Lo studio non fa che confermare teorie già esposte sin dagli anni ‘60 in altre ricerche mediche. Negli anni ‘90 ad esempio, un gruppo di 25 persone di oltre 50 anni con diagnosi di sindrome depressiva ha mostrato più evidenti miglioramenti a lungo termine grazie alla sola attività fisica di un gruppo di altrettante persone curato solo con l’utilizzo di farmaci.

Più divertente del sudoku, più efficace del malox

Non serve tuttavia essere stressati o depressi per stare meglio “nella propria testa” grazie alla bici. Uno studio pubblicato dalla rivista Neurobiology, ad esempio, ha mostrato che pedalare 3 volte a settimana per 45 minuti permette di migliorare i risultati in test cognitivi. In pratica, si è provato che l’“età mentale” dei pedalatori era diminuita…di ben nove anni! In bici, la testa ringiovanisce e il corpo si snellisce. Secondo lo studio Transport mode choice and body mass index: Cross-sectional and longitudinal evidence from a European-wide study smettere di andare al lavoro in auto preferendo la bici permette di perdere in media 750 gr di peso corporeo a settimana, fino a raggiungere il peso forma. In sella belli, sani e felici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *